TARI

TARI

Ufficio: Ufficio Tributi
Referente: Monia Belli
Responsabile: Alessandra Borghetti
Tel: 055843161
Fax: 055846509
E-mail: tributi@comune.scarperiaesanpiero.fi.it

Avvertenze

Con deliberazione n. 53 del 04/10/2016 il Comune di Scarperia e San Piero ha affidato la gestione della Tassa Rifiuti a Publiambiente Spa, confluita poi in Alia Spa, pertanto, a partire dal 2017 l’emissione ed il recapito delle bollette sarà curato direttamente da Alia Spa.
Per informazioni e per le pratiche relative a dichiarazioni iniziali, di cessazione, di variazione o per la richiesta di agevolazioni è possibile rivolgersi al Comune di Scarperia e San Piero, esclusivamente presso l’Ufficio Tributi (via dei Bastioni, 3 – tel. 055-8431636 /659/631/657 aperto nei giorni di martedì e venerdì 9.00-13.00 e giovedì -ad esclusione di luglio e agosto – 15.00-17.30) che provvederà ad inserire le denunce sul portale di Alia Spa.
Con deliberazione del Consiglio Comunale n.26 del 29/03/2018 sono state approvate le TARIFFE per l’anno 2018. Le scadenze previste dal regolamento per il pagamento degli acconti e del saldo sono:
- I acconto 31 luglio 2018
- II acconto 31 ottobre 2018
- Saldo 16 febbraio 2019
Anche per l’anno 2018 sono state confermate le seguenti agevolazioni:

  • riduzione per le abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale o discontinuo e per i locali/aree a uso stagionale o, comunque, per uso non continuativo è pari al 20%, in modo da tenere adeguatamente conto del minor concorso alla produzione di rifiuti dei locali o aree utilizzati per meno di 183 giorni all’anno;
  • riduzione massima del 15% per le aziende certificate ISO14001 e del 20% per quelle certificate EMAS (si tratta di certificazioni concernenti sistemi per la valutazione ed il miglioramento della gestione ambientale) finanziata con un fondo iscritto in bilancio di € 10.000 da ripartire proporzionalmente tra tutti i richiedenti;
  • riduzione massima del 20% per le utenze non domestiche classificabili nella categoria 22 (ristoranti, trattorie, pizzerie, osterie), e categoria 7 (alberghi con ristorante), che mostrino l’abbattimento totale del consumo dei prodotti in carta a favore dei prodotti tessili riutilizzabili nell’esercizio della propria attività (tovaglie, tovaglioli etc). Con riferimento alle utenze classificate nella categoria 7 (Alberghi con ristorante) la riduzione è limitata alla superficie destinata alla ristorazione. Anche questa agevolazione è finanziata con un fondo iscritto in bilancio di € 5.000 da ripartirsi tra tutti i richiedenti;
  • riduzione massima del 30% in proporzione alle quantità di rifiuti assimilati che il produttore dimostri di aver avviato al riciclo nell’anno precedente, direttamente o tramite soggetti autorizzati;
  • riduzione del 5% per le aziende agricole e vivaistiche che effettuino il compostaggio dei residui naturali;
  • riduzioni riguardanti utenze domestiche quali: -5% compostaggio domestico (su richiesta del contribuente), -60% distanza superiore a 1.000 metri dal più vicino cassonetto (su richiesta del contribuente), e quella assegnata automaticamente dall'ufficio ai nuclei anagrafici con unico occupante (10%).

Inoltre per l’anno 2018 sono previste le seguenti ulteriori agevolazioni:

  • Alle utenze domestiche che conferiscano direttamente al centro di raccolta i rifiuti (con esclusione dei rifiuti raccolti con il servizio porta a porta e dei rifiuti per i quali nel territorio comunale sono presenti cassonetti stradali) è riconosciuta una riduzione della parte variabile della tariffa di € 0,21 per Kg di rifiuto conferito (con un massimo di 300 Kg).
  • Alle utenze non domestiche che conferiscano direttamente al centro di raccolta i rifiuti (con esclusione dei rifiuti raccolti con il servizio porta a porta e dei rifiuti per i quali nel territorio comunale sono presenti cassonetti stradali) è riconosciuta una riduzione della parte variabile della tariffa dovuta pari a 0,0945 € per Kg conferito (con un massimo di 1000 Kg).

Il conferimento dei rifiuti al centro di raccolta, con la relativa pesatura per l’ottenimento della riduzione, è attivo dal 2 maggio 2018.
Inoltre, per le utenze non domestiche relative ad attività commerciali, industriali, professionali e produttive in genere, che producono o distribuiscono beni alimentari, e che, a titolo gratuito, cedono, direttamente o indirettamente, tali beni alimentari agli indigenti e alle persone in condizioni di bisogno ovvero per l'alimentazione animale è prevista una riduzione della parte variabile della tariffa pari a € 0,315 per Kg oggetto di donazione debitamente certificato.

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *